Guida per l’Allevamento dei Parrocchetti in Casa – Tutto sui Parrocchetti

parrocchetti di colori

Il parrocchetto, chiamato anche parrocchetto australiano, pappagallo australiano o degustazione australiana, è una specie di uccello della famiglia Psittaculidae. È originario dell’Australia ma si trova attualmente in molti paesi, poiché è molto comune come animale domestico. Il parrocchetto può essere considerato come l’uccello più popolare nel mondo poiché, dopo il gatto e il cane, è l’animale da compagnia più comune. Il suo nome scientifico è Melopsittacus undulatus .

Caratteristiche dei parrocchetti

I parrocchetti sono piccoli uccelli che misurano circa 18 cm dalla punta della coda. In natura, i parrocchetti sono verdi con una testa gialla e le piume delle ali sono gialle con una finitura nera. Hanno anche linee ondulate in bianco e nero sulla testa . In cattività possiamo trovare parrocchetti di diversi colori poiché gli allevatori di parrocchetti hanno sviluppato specie di altri colori come il parrocchetto blu e bianco o il parrocchetto giallo. I maschi si distinguono dalle femmine per il becco superiore blu scuro.

Hanno quattro dita su ciascuna gamba, due in avanti e due all’indietro. Questi uccelli sono caratterizzati dall’avere il becco più sporgente nella parte superiore che nella parte inferiore.

Questi uccelli, nel loro habitat naturale, li troviamo di solito nelle savane o nelle aree di macchia in piccoli stormi . Sono nomadi e attivi uccelli che viaggiano alla ricerca di cibo e acqua. Sono, come i macaws , uccelli monogami , poiché sono uniti da coppie per la vita . Se abbiamo un parrocchetto da solo, richiederà più cura e attenzione che se fossero accompagnati da altri parrocchetti.

I parrocchetti fanno spesso canzoni brevi per comunicare e usare movimenti e suoni per esprimersi emotivamente . I maschi di questa specie spesso cantano più delle femmine.

Una curiosa caratteristica dei parrocchetti è che sono molto animali gelosi e possessivi , che possono portare a un cattivo atteggiamento quando i proprietari se ne vanno. Per evitare ciò, possiamo mettere elementi nella gabbia per intrattenerli . Inoltre, a questi uccelli piace la musica non troppo forte e , in modo che il suono della TV o della radio possa intrattenerli.

I parrocchetti sono animali diurni e erbivori , soprattutto sono granivori : il loro cibo si basa sui semi. Come supplemento alla dieta, gli piace anche mangiare un po ‘di frutta e verdura di volta in volta.

Se vuoi sapere come sapere se hai un parrocchetto maschio o femmina, vedi il nostro articolo Parrocchetto maschio o femmina

Come sono i parrocchetti?

Queste sono le caratteristiche principali dei parrocchetti:

  • Classe: ave
  • Lunghezza: tra 13 e 18 cm
  • Peso: tra 28 e 35 grammi
  • Longevità: tra 4 e 14 anni
  • Scadenza: 12 mesi
  • Riproduzione : oviparo
  • Cuccioli ponendo: 2-6 uova
  • Incubazione: 18-20 giorni
  • Abitudini: di giorno
  • Cibo: erbivoro
  • Personaggio: dipendente, socievole e socievole

parrocchetto masticare

Quanti anni vive un parrocchetto?

I parrocchetti in cattività vivono dai 6 agli 8 anni , anche se con una buona qualità della vita possono vivere fino a 14 anni.

Tipi di parrocchetti

Esistono diverse razze di parrocchetti che si distinguono per il disegno e il colore del loro piumaggio . Queste razze, a loro volta, possono appartenere alla linea blu (il budgerigar sarà di colore blu e bianco) o alla linea verde (il budgerigar sarà di colore verde e giallo).

Parrocchetto comune

Il parrocchetto comune è il tipo di parrocchetto che troviamo più spesso nelle nostre case. Possiamo trovarli nel verde e nel blu , ma ciò che li caratterizza sono le linee ondulate orizzontali che vanno dalla testa alle ali. Le sue ali sono generalmente nere o con macchie e hanno i bordi bianchi , nel caso del parrocchetto blu, o giallo , nel astuccio per parrocchetto verde. La coda del budgerigar comune, inoltre, è di colore scuro e le sue zampe sono di colore grigiastro . Questo tipo di parrocchetto ha l’iride degli occhi ben definita .

parrocchetto comune
Linea verde
parrocchetti comune blu
Linea blu

Parrocchetto cannella

Il parrocchetto cannella è una razza di parrocchetto caratterizzata dall’avere linee ondulate della testa del marrone chiaro anziché nero. In questa varietà di parrocchetti il ​​colore principale può essere verde o blu , come nel comune budgerigar, sebbene molto più leggero di questo. La coda del budgerigar marrone chiaro è anche marrone chiaro e le sue gambe di color carne .

 

parrocchetto canela

Parrocchetto opale

Il parrocchetto opale è una razza di parrocchetto caratterizzata dall’avere le ali dello stesso colore del colore del corpo . Le linee ondulate delle ali sono nere ma quelle della testa in questa razza sono appena distinguibili . Questo tipo di parrocchetto ha una specie di lettera V disegnata sul retro . La coda del parrocchetto opale è di solito nero con alcuni punti culminanti bluastri e le sue gambe grigio bluastro .

parrocchetto opale opalino

Parrocchetto ino

Il ino è una classe di parrocchetti che ricorda un canarino in quanto non ha linee ondulate . Questa razza di parrocchetto è caratterizzata dal fatto che non ha melanina , che è la sostanza che dà colore alle linee ondulate. A seconda del colore del loro corpo , dividono in due sottotipi: i lutinos e gli albini .

Lutino parrocchetto

Il lutino appartiene alla linea verde , quindi hanno il corpo di giallo .

Periquito ino lutino

 

Parrocchetto Albino

Il albino appartiene alla linea blu , , quindi hanno il corpo di bianco .

Sia i parrocchetti di routine che i parrocchetti di albino hanno una coda completamente bianca e occhi rossi . Hanno una banconota arancione e le gambe colorate rosa .

Periquito ino albino

 

Lace Wing

Il parrocchetto ad ala di pizzo o lacewings è una razza di pappagallino che nasce dall’unione del parrocchetto alla cannella e l’ino. Nel parrocchetto di ali di pizzo, quindi, possiamo anche distinguere le varietà albino e lutino ma, a differenza del parrocchetto ino, queste hanno ondulazioni marrone chiaro [19459011 ]. In questa razza, il colore dei loro occhi è anche rosso , hanno il conto arancione e le gambe rosa .

Parrocchetto rostrale

Il parrocchetto rostrale ha il corpo blu e il viso, invece del bianco, è giallo . A seconda di come viene presentato il colore, possiamo distinguere tre tipi di parrocchetto rostrale:

Parrocchetto rostrale tipo I faccia gialla o creamface

Questa razza di parrocchetto è quella con i colori più morbidi . È il colore blu che normalmente il parrocchetto avrebbe, ma la sua faccia è quasi giallo bianco .

Parrocchetto rostrale tipo II faccia gialla o faccia gialla

Questa razza di parrocchetto è in azzurro o sfumature acquamarina e tonalità pastello. Ha la faccia di un colore più intenso giallo .

parrocchetto rostral

Parrocchetto rostrale Goldenface

Questa razza di parrocchetto è quella con un più giallo intenso sul viso . Il colore giallo appare nel corpo blu facendo apparire che è verde . Per sapere se si tratta di un parrocchetto verde o di un parrocchetto dal volto dorato, basterà guardare il colore sotto le ali . Se è blu, significa che è un parrocchetto dal volto dorato.

Parrocchetto di perle

Ha una faccia completamente gialla se proviene dalla linea verde o completamente bianco, se proviene dalla linea blu. È caratterizzato dall’avere 6 punti circolari nella zona del collo che sono gialli o bianchi con bordo nero . Le linee ondulate di testa, collo, schiena e ali sono nere con un bordo giallo o bianco . Hanno occhi scuri con le iris di un colore più chiaro . Le sue gambe sono grigiastre .

Parrocchetto demelanizzato

Il parrocchetto demelanizzato può essere classificato in tre tipi , anche se nel tempo questi sottotipi hanno attraversato tra loro e oggi è difficile da distinguere a quale sottotipo appartengono. Ecco perché, in molti casi, tutti sono classificati come dis-melanizzati .

Queste sono le tre varietà esistenti:

Parrocchetto dalle ali grigie

Il parrocchetto dalle ali grigie è caratterizzato dall’avere linee ondulate grigie .

Parrocchetto alato chiaro

Il parrocchetto ad ali di luce è caratterizzato dall’avere linee ondulate leggere e sfocate che sono appena distinguibili.

Parrocchetti diluiti

Il parrocchetto diluito è caratterizzato dall’aver perso la melanina in tutto il corpo, lasciando diluito tutto il colore del corpo.

Compra un parrocchetto

Il parrocchetto è un animale domestico eccellente ma se comprendiamo bene i suoi requisiti, prima di adottare un parrocchetto è necessario che ci informiamo bene. Dobbiamo tenere presente che, sebbene siano animali domestici facili da prendersi cura di , i parrocchetti hanno bisogno di attenzione ogni giorno , sia per cambiare cibo e acqua, pulire la gabbia o occuparsene ; e quello per tutta la sua vita, che può essere di circa 8 o 10 anni.

In coppia

I parrocchetti sono uccelli che in natura si riuniscono in coppia a cui sono fedeli per tutta la vita . Da questo fatto, possiamo capire che un parrocchetto non sarà mai felice se è solo , non importa quanta compagnia gli diamo, un essere umano non può svolgere quel ruolo . Ecco perché i parrocchetti che sono soli finiscono per sviluppare problemi comportamentali come urlare, strappare piume o ossessionarsi sessualmente con un oggetto (come uno specchio). Quindi, se vogliamo adottare un parrocchetto e che è felice, è meglio adottare almeno una coppia di parrocchetti , cioè da coppia a coppia.

coppia parrocchetti

Anche due maschi possono andare d’accordo, due femmine non tanto, anche se se si conoscono da quando erano piccoli e non c’è nessun maschio, possono andare d’accordo. Non dovremmo preoccuparci se si riproducono perché se non hanno un nido non lo faranno. .

Dove acquistare un parrocchetto

Possiamo adottare i nostri parrocchetti in un negozio di animali o in un allevamento specializzato di fiducia. Ovunque siamo, dobbiamo informarci bene sugli esemplari che adotteremo per assicurarci che siano stati allevati e nutriti correttamente , assicurandoci che non presentino problemi di salute. Quando andiamo in un negozio di animali, potrebbero esserci esemplari malati a causa delle cattive condizioni in cui sono tenuti. A prima vista, quando si spaventano e si muovono quando ci vedono, possono apparire sani. Ma dovremo prestare attenzione ad alcuni aspetti del parrocchetto:

  • Che il suo piumaggio è liscio e non manca di piume.
  • Deve essere in grado di effettuare piccoli voli.
  • Ciò non si cattura facilmente o si trova nella parte inferiore della gabbia con il piumaggio strappato. In questo caso, significa che sei malato.
  • Il beccuccio non deve essere rotto e i fori devono essere puliti.
  • La pelle deve essere rosa, non giallastra.
  • La muscolatura del torace deve essere dura, non allentata.

Prezzo dei parrocchetti

Il prezzo dipenderà dal fatto che lo adottiamo o lo acquistiamo da un negozio di animali e di razze, ma il prezzo del parrocchetto è generalmente di circa 20 euro per copia.

Dobbiamo tenere presente che quando adottiamo i parrocchetti dobbiamo anche comprare cibo, accessori, una buona gabbia, ecc. cosicché in totale può costarci circa 100-150 euro l’intero pacchetto.

Comportamento dei parrocchetti

I parrocchetti sono uccelli carini e divertenti e talvolta hanno comportamenti che non capiamo. Anche così, possiamo arrivare a interpretare i gesti e i comportamenti in modo da poter capire cosa sta succedendo al nostro parrocchetto.

Le piume o il becco vengono pulite sfregando contro le sbarre

Significa che il parrocchetto è felice .

Non canta né fa gorgogliare

Significa che il parrocchetto non è calmo o è un parrocchetto timido .

Salta da un bastone all’altro

Significa che sei felice .

Essere ad ali aperte

Significa che il parrocchetto è caldo o che è aggressivo con un partner.

Essere su una gamba sola

Significa che sei rilassato , riposando con calma.

Allunga un’ala e una gamba

Significa che deve esercitare e muoversi.

Ha il piumaggio rialzato e la coda laterale

Significa che il nostro parrocchetto femmina è disponibile per l’accoppiamento .

Ha il piumaggio attaccato al corpo e il collo allungato verso l’alto

Significa che il parrocchetto è spaventato .

Lotte tra parrocchetti

Quando coesistono diversi parrocchetti o introduciamo un nuovo esemplare, può verificarsi un combattimento.

Un maschio con un altro maschio

Probabilmente per una domanda territoriale , vuole verificare chi è il “maschio alfa” che mangia per primo, che possiede un oggetto o se c’è una femmina. In questi combattimenti di solito cinguettano rumorosamente e sollevano le piume. Se entrano in un combattimento, sollevano una gamba e colpiscono l’addome dell’altra, ma non uccideranno mai .

Una femmina a un’altra femmina

Una femmina attaccherà un’altra femmina perché in sé le femmine non vanno d’accordo . Se metti insieme due femmine e un maschio, le femmine combatteranno usando il becco fino a quando uno dei due muore .

Una femmina a un maschio

Una femmina può attaccare un maschio per sbarazzarsi dei suoi corteggiamenti se non ha interesse per lui, ma solo fino alla sua partenza.

parrocchetti blue e giallo

Prendersi cura di un parrocchetto

I parrocchetti possono essere domati in modo da poter essere liberi a casa e devono solo essere nella gabbia per mangiare, bere e dormire, quindi dovrebbe essere il più confortevole possibile per loro e consentire loro di muoversi minimamente in esso .

Gabbia per parrocchetti

Possiamo trovare molti diversi tipi di gabbie per uccelli e di tutte le dimensioni, ma non tutti sono adatti ai nostri parrocchetti.

Dimensione

Per una coppia di parrocchetti l’ideale è che la gabbia sia più larga di quanto sia alta e almeno 120 cm x 70 cm x 90 cm. Possiamo prendere in considerazione l’acquisizione di una gabbia che consente la possibilità di dividersi in due nei casi in cui uno è malato o di evitare di combattere in determinati momenti.

Bar

I parrocchetti adorano di arrampicarsi sulle sbarre e appesi a testa in giù , ecco perché la gabbia dovrebbe avere barre orizzontali , almeno, due lati. La distanza tra le barre non può essere maggiore di 1,5 cm in modo che non possano mettere la testa tra di loro e rischiare soffocamento .

Materiale

La gabbia deve essere metallica , acciaio cromato o acciaio inossidabile. Se hai vernici, dovrebbero essere non tossiche , senza piombo.

Modulo

La forma della gabbia è qualcosa di molto importante sebbene possa non sembrare. Le gabbie arrotondate o sagomate limitano notevolmente lo spazio e la loro forma può sollecitare i parrocchetti . L’ideale sono le gabbie rettangolari .

Vassoio

Nel in basso ci deve essere un vassoio rimovibile per poter rimuovere quotidianamente le feci e deve esserci una griglia che impedisce I parrocchetti mangiano semi che potrebbero cadere sul vassoio, poiché saranno contaminati dalle loro feci.

Pulizia della gabbia

Dobbiamo pulire a fondo la gabbia e tutti i suoi accessori una volta alla settimana . Per fare ciò, puliremo prima tutto con sapone e acqua per rimuovere sporco e resti organici, quindi disinfetteremo con un disinfettante a bassa tossicità o con candeggina diluita in acqua tiepida. È importante seguire questi passaggi perché, in caso contrario, non verrà disinfettato correttamente. Prima che si asciughi completamente , dobbiamo assicurarci che non vi siano tracce del disinfettante che potrebbero compromettere la salute dei nostri parrocchetti. Possiamo lasciare per asciugare tutto al sole per un paio d’ore per assicurarci che non ci siano parti umide che possano favorire la comparsa di funghi. Il sole è anche un grande alleato naturale per eliminare eventuali batteri che possono rimanere.

Necessità di volare

I parrocchetti sono uccelli volanti, quindi deve volare . Non possiamo rinchiudere il suo parrocchetto per tutta la vita in una piccola gabbia dove non può volare perché sarà molto infelice e gli costerà persino la sua salute. Ecco perché, se adottiamo un parrocchetto , dovremo rilasciarlo per una stanza ogni giorno in modo che voli, avendo cura di tenere chiuse tutte le finestre e le porte che si aprono verso l’esterno. E questo non dovrebbe essere solo un po ‘di tempo, dovrebbe essere alcune ore al giorno in modo che possa essere correttamente esercitato.

Periquito azul volando

Voliera

Se non possiamo permetterci di lasciarlo perdere possiamo comprare una voliera . Una voliera all’aperto non può essere lasciata senza protezione, dobbiamo costruire un recinto in cui non ci siano correnti d’aria, pioggia o temperatura al di sotto di 10 gradi.

voliera per parrocchetti

Accessori

La gabbia dei nostri parrocchetti deve essere dotata di accessori diversi , sia per mangiare, bere, fare esercizio fisico o distrarsi.

No products found.

Alimentatore

Gli alimentatori di plastica esterni che vengono di default nelle gabbie non sono raccomandati per i parrocchetti perché li costringe a mettere la testa in un buco per mangiare. Inoltre, se sono trasparenti, li fa credere di poter uscire e persino ottenerlo.

È meglio avere alimentatori in come contenitore all’interno della gabbia , se possibile almeno due , quindi non ci sono problemi con il cibo. Inoltre, si raccomanda che siano acciaio inossidabile perché sono facili da lavare.

alimentatore

 

Fontanella

Dobbiamo avere una fontanella minima nella gabbia con acqua pulita e fresca . Possiamo mettere un bevitore in acciaio inossidabile come bevitore, oltre alla palla (come quelle dei criceti ), se non sanno ancora come usarlo. Quando vediamo che hanno imparato e che lo usano regolarmente, possiamo rimuovere la ciotola, poiché è meno igienica.

Appendiabiti

Sono altamente raccomandati per i parrocchetti, poiché possono appollaiarsi su di essi e esercitano le loro gambe, arricchendo la loro vita.

I ganci di rami naturali sono i più raccomandati ma dovrebbero essere sostituiti spesso quando rotti.

Appendiabiti, rami naturali

Giocattoli

Possiamo fornire ai nostri parrocchetti un’intera gamma di accessori per arricchire la loro vita in modo che possano essere distratti . Le più consigliate sono le scale e le altalene . Al contrario, non è consigliabile mettere specchi o oggetti riflettenti perché potrebbero credere che sia un altro animale e non ricevendo una risposta alle loro interazioni, potrebbe causare gravi problemi psicologici.

Si consiglia vivamente di mettere un osso di seppia o una pietra speciale nella gabbia in modo da affilare i becchi e limare le unghie.

Inoltre, poiché nei parrocchetti selvatici volano per ore in cerca di cibo, è bene che forniamo loro giocattoli per ottenere cibo come una sfera interattiva, un giocattolo che può essere riempito con frutta e verdura naturali.
giocattoli parrocchetto

Nutrizione dei parrocchetti

Si è sempre creduto che i parrocchetti si nutrano solo di becchime ma questa convinzione è sbagliata perché in natura si nutrono di una grande varietà di semi.

I parrocchetti dovrebbero seguire una dieta semplice consistente in una porzione di alimenti secchi e una di cibi umidi o freschi.

Cibo secco

La parte del cibo secco deve rappresentare il 15% del peso del nostro parrocchetto. Ad esempio, se il nostro parrocchetto pesa 34 grammi, la razione secca giornaliera che dobbiamo dare sarà di 5 grammi. Se abbiamo due parrocchetti, allora dobbiamo fare il calcolo per ognuno.

Tenete presente che i pappagallini tendono a sprecare molto cibo, quindi ne aggiungeremo un po’ di più per compensare.

No products found.

La razione secca dovrebbe consistere di:

Mangimi di manutenzione per pappagallini di qualità (dobbiamo abituarli fin da piccoli).
Miscela di semi specifica per parrocchetti
Cibo fresco

La porzione di cibo fresco dovrebbe rappresentare il 10% del peso del nostro parrocchetto. Se seguiamo l’esempio di cui sopra, se il nostro parrocchetto pesa 34 grammi dovremmo dargli 3-4 grammi di cibo fresco ogni giorno.

La porzione fresca deve essere data sotto forma di macedonia di diversi tipi di frutta e verdura non dolci.

Lattuga (sazietà e poco nutriente)
Bietola
Spinaci
Sedano
Finocchio
Piselli
Carota
Cetriolo
Mais sulla pannocchia
Mela
Pera
Fragole
Tangerino
Arancione
Ananas

La frutta e la verdura che diamo loro devono essere ben lavate per eliminare i pesticidi e dobbiamo asciugarle bene. Se li tiriamo fuori dal frigo è meglio lasciarli riscaldare per non farli raffreddare.

Spuntini

Possiamo dare ai nostri pappagallini un ramo di miglio, un bastoncino di pappagallino, alcuni cubetti di frutta secca che possiamo trovare nei negozi di animali, ecc.

Igiene del parrocchetto

I pappagallini sono uccelli che si prediligono continuamente, per questo motivo hanno una ghiandola sotto la coda che secerne una sostanza che li aiuta a lisciare. Per aiutarli, possiamo mettere ogni giorno un contenitore con acqua calda per aiutarli a bagnarsi. C’è la possibilità che al nostro parrocchetto questo metodo non piaccia, quindi possiamo spruzzarlo con acqua calda.

Unghie

La crescita delle unghie del parrocchetto è un fattore di cui dobbiamo tenere conto. Possiamo fornirvi degli accessori per aiutarvi a tenere a bada le unghie del vostro parrocchetto, come ad esempio un appendiabiti per lime. Se crescono eccessivamente, dovremmo portarli da un veterinario esotico, non dovremmo tagliargli le unghie perché le vene importanti passano attraverso le gambe e possiamo farli sanguinare.

La salute dei parrocchetti

I pappagallini sono animali robusti e di solito non si ammalano, eppure ci sono diverse malattie di cui i nostri pappagallini possono soffrire ed è meglio prenderle sul serio.
I sintomi che possono avere se sono malati sono abbastanza simili nelle diverse possibili malattie, quindi è difficile dire cosa c’è che non va in loro. È importante non automedicare mai i nostri animali anche se pensiamo di esserne convinti, perché potremmo uccidere il nostro animale domestico senza volerlo. Se pensiamo che uno dei nostri parrocchetti sia malato, è consigliabile portarlo da un veterinario esotico per scoprire che cos’ha, in modo da poterlo curare.

Questi animali, quando sono malati, di solito lo nascondono per non sembrare deboli di fronte ai loro predatori. Per questo dobbiamo essere molto attenti e andare rapidamente da un veterinario se pensiamo che possa essere malato, altrimenti può essere tardi.

Possibili sintomi che un parrocchetto può avere

Apatia
Occhi lacrimanti
Dormire senza togliere una gamba dal piumaggio
Sdraiati sul trespolo, sostenendo la pancia con la coda che pende
Muovi la coda al ritmo del tuo respiro
Respirazione irregolare o affaticata
Variazione del colore e/o della consistenza delle feci
Piumaggio opaco
Cambiamento di colore della cera
Mancanza o eccessivo appetito
Molto assetato
Perdita di peso
Obesità
Ansimando dopo il volo
Non volare
Cambiamenti nella forma o nel colore delle gambe o del becco
Rigurgitare senza passare il cibo al vostro partner
Altri pappagallini rifiutano o evitano il contatto
Un cambiamento di abitudini
Malattie comuni nei parrocchetti

I parrocchetti sono soggetti ad una serie di malattie comuni, queste sono le più comuni:

Coto

È una malattia comune negli uccelli e negli esseri umani. È causata da una mancanza di iodio, che aumenta la tiroide e alla fine cambia la voce dei pappagallini in una più profonda.

Tumore

I parrocchetti sono vulnerabili a molti tipi di tumori, la maggior parte dei quali sono gravi.

Malattia del fegato

Questa malattia è causata da una cattiva alimentazione.

Virus poliomar

Questo virus attacca principalmente i pulcini. È importante evitare che la madre si prenda cura dei pulcini prima che crescano.

Infezioni da protozoi

Queste infezioni sono comuni nei pappagallini da allevamento, poiché diversi pappagallini rimangono insieme e la malattia si diffonde. Per questo motivo è consigliabile tenerli in gabbie grandi in modo che l’aria possa circolare bene.

Febbre del parrocchetto australiano

Questa malattia del pappagallo può essere trasmessa agli adulti. Quando un parrocchetto ne soffre, si isola per non contagiare gli altri.

Acari Knemidocoptes

Se il nostro parrocchetto ha gli acari, lo sapremo perché ha il viso e le gambe squamose, che provocano un accumulo di squame sul becco e sui piedi. E’ importante trattarlo rapidamente perché può causare deformazioni del becco.

Riproduzione parrocchetto

Se abbiamo un paio di pappagallini, come abbiamo detto prima, non dobbiamo preoccuparci della loro riproduzione. Se non gli forniamo un nido, non si riprodurranno.

Se vogliamo che si riproducano, allora dobbiamo fornire loro un nido adeguato. Nel loro habitat naturale, i parrocchetti di solito nidificano in tronchi d’albero cavi, quindi i nidi più adatti che possiamo fornire loro sono quelli di legno, che escono dalla gabbia e permettono un facile accesso.

I parrocchetti sono uccelli monogami e ovipari, e raramente cambiano partner a meno che uno di loro non muoia. La femmina del parrocchetto depone 2-6 uova alla volta e le mette in incubazione per 18-20 giorni. In questo caso, sia il maschio che la femmina si prendono cura delle uova e nutrono i piccoli, che lasciano il nido dopo circa 30 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.